giovedì 10 luglio 2014

Niente più visita della commissione per rinnovare la patente.


Disabilità e agevolazioni, tutte le novità del Decreto semplificazione

Disabilità e agevolazioni, tutte le novità del Decreto semplificazione

Il testo, in attesa di conversione ma già in vigore, snellisce numerose procedure burocratiche a carico dei cittadini diversamente abili

Patente di guida. Niente più visita della commissione per rinnovare la patente, qualora la disabilità certificata dalla commissione al momento dell'idoneità sia stabilizzata e non soggetta a modificazioni. Grazie a questa misura il decreto semplifica la procedura precedentemente in vigore, equiparandola a quella prevista per gli automobilisti non disabili che, al momento del rinnovo, non devono passare per la commissione medica.

DECRETO-LEGGE 24 giugno 2014, n. 90 

Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l'efficienza degli uffici giudiziari. (14G00103) (GU Serie Generale n.144 del 24-6-2014)

   Art. 25 
 
          (Semplificazione per i soggetti con invalidita') 

2. All'articolo 119, comma 4, lettera a), del  decreto  legislativo
30 aprile  1992,  n.  285,  recante  nuovo  codice  della  strada,  e
successive modificazioni e integrazioni, e'  aggiunto,  in  fine,  il
seguente  periodo:  "Qualora,  all'esito  della  visita  di  cui   al
precedente periodo, la commissione medica locale  certifichi  che  il
conducente presenti situazioni di mutilazione  o  minorazione  fisica
stabilizzate e non suscettibili di aggravamento ne' di modifica delle
prescrizioni o delle limitazioni in atto,  i  successivi  rinnovi  di
validita' della patente di guida posseduta potranno  essere  esperiti
secondo le procedure di cui al comma 2 e secondo  la  durata  di  cui
all'articolo 126, commi 2, 3 e 4.".