giovedì 7 agosto 2014

La Asl rispetti le norme per l’assunzioni delle categorie protette” .

Latina, Franco Carocci di Ugl Sanità: “La Asl rispetti le norme per l’assunzioni delle categorie protette”

ugl“Nonostante le nostre numerose sollecitazioni, l’Asl di Latina non ha ancora provveduto all’assunzione dei lavoratori appartenenti alle categorie protette, così come previsto dalla Legge 68/99”.
E’ quanto dichiara il segreteria provinciale dell’Ugl Sanità di Latina, Franco Carocci, in cui si spiega che “sono 63 i lavoratori che da troppo tempo sono in attesa di assunzione. Oltre alla violazione delle norme di legge, come ha denunciato anche il Centro per l’impiego della Provincia di Latina, il nuovo Direttore Generale, a seguito della deroga al blocco del turn over riconosciuta alla Asl,  ha avanzato alla Regione Lazio la richiesta di copertura per  75 posizioni vacanti, sia sanitari che amministrativi, senza tener conto della quota d’obbligo riservata alle categorie protette”.
“Venendo meno a questi vincoli di legge – conclude la nota -, l’azienda dimostra una forte disattenzione e mancanza di rispetto nei confronti di questi lavoratori e il nostro sindacato farà di tutto per tutelare i diritti sanciti dalla legge”.