lunedì 29 settembre 2014

Disabilità al lavoro, "Jobmetoo" si rinnova.

Il sito è nato alcuni mesi fa per incrociare domanda e offerta di lavoro per persone disabili e categorie protette. Ora si ripresenta agli utenti, con un nuovo design e servizi aggiuntivi, per rispondere meglio alle esigenze di candidati e aziende
 
sito jobmetoo ROMA - Nuovo design e nuovi servizi, per incrociare sempre meglio domanda e offerta di lavoro per persone disabili e categorie protette: "Jobmetoo", il sito di "recruiting online" fondato alcuni mesi fa da Daniele Regolo, si rinnova per rispondere sempre meglio alle esigenze di aziende e candidati.
Per quanto riguarda chi è in cerca di lavoro, da oggi potrà innanzitutto contare su un sito completamente accessibile, "totalmente sviluppato in design responsive", spiegano i promotori. Potrà inoltre creare il proprio profilo e inserire il curriculum professionale, oltre a specifiche schede di autovalutazione. Sarà inoltre possibile indicare i luoghi preferiti in lavorare, anche oltre l'ambito provinciale. Naturalmente, potrà sfogliare le offerte di lavoro, candidarsi agli annunci più pertinenti e ricevere "job alert", ma anche creare una rete professionale qualificata di persone con disabilità.
Le aziende, dal canto loro, potranno pubblicare annunci, visibili in tutto il territorio nazionale, ricevendo in tempo reale l'indicazione dei profili più attinenti. Attraverso un sofisticato motore di ricerca, potranno inoltre associare profilo ricercato e caratteristiche dei diversi candidati, ottenendo una serie di risposte oggettive, ordinate in base alla corrispondenza con le figure richieste. Un gruppo di "recruiter", professionisti esperti in tema di disabilità, forniranno la consulenza necessaria per offrire un servizio di ricerca e selezione efficace e garantire un collegamento con i centri di collocamento.
Nuovi progetti e ulteriori migliorie al portale saranno presentati nei prossimi mesi: tra questi, l'app mobile e un portale in lingua inglese, per ampliare il raggio d'azione di Jobmetoo. Al tempo stesso, si stanno consolidando i rapporti con istituzioni, università, associazioni e cooperative di tipo B, allo scopo di creare sinergie e progetti.
Jobmetoo, fondata dal marchigiano Daniele Regolo, disabile uditivo grave, è un'agenzia autorizzata dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali per l'attività di ricerca e selezione e il suo team è composto da professionisti direttamente interessati dalla disabilità. Attualmente conta diverse migliaia di candidati da tutta Italia e circa 150 aziende iscritte al sito.
(29 settembre 2014)

 fonte princiale:http://www.superabile.it/web/it/CANALI_TEMATICI/Lavoro/Zoom/info-1483932614.html