martedì 9 dicembre 2014

In Campania nasce l'Osservatorio regionale sulla condizione dei disabili.

Il suo compito sarà quello di vigilare e monitorare la situazione dei disabili che vivono in regione, soprattutto in relazione al rispetto della normativa già in vigore in materia, e farà capo all'assessorato regionale alle Politiche sociali della Campania


 
NAPOLI - La regione Campania costituisce l'Osservatorio regionale sulla condizione delle persone con disabilità. Il suo compito sarà quello di vigilare e monitorare la situazione dei disabili che vivono in regione, soprattutto in relazione al rispetto della normativa già in vigore in materia, e farà capo all'assessorato regionale alle Politiche sociali della Campania. Dell'Osservatorio fanno parte diversi esponenti del terzo settore, dei sindacati e delle associazioni, insieme a vari rappresentanti istituzionali delegati per le politiche sociali e culturali, il lavoro, la ricerca, l'università, la salute e il turismo, dell'ente regionale. Tra loro ci sono anche il presidente dell'associazione napoletana Anida Giuseppe Sannino, da sempre in prima linea per affermare il diritto al lavoro delle persone disabili, a partire dall'applicazione della legge 68 del 99; Francesco Buccino, del Forum del terzo settore; Daniele Romano, di Federhand; Pietro Piscitelli, dell'Unione Italiana Ciechi; Andrea Scotto Lavina, dell'Anci. La decisione avviene grazie al decreto presidenziale 261 dello scorso 2 dicembre, firmato dal presidente della regione Campania Stefano Caldoro.