venerdì 26 giugno 2015

Nuove azioni per l'inserimento lavorativo dei cittadini con disabilità.

La Provincia di Trieste ha presentato l’Avviso pubblico con il quale si intende favorire la creazione di posti di lavoro per cittadini con disabilità e che contempla varie misure, dagli incentivi alle imprese attive sul territorio per assunzioni o per abbattere barriere architettoniche, ai fondi per lo sviluppo di nuove attività a conduzione, o a prevalente partecipazione, di cittadini disabili.
Si tratta di un Avviso unico, emanato per l’annualità 2015, che accorpa i due distinti avvisi pubblicati negli anni passati, relativi all’inserimento lavorativo e alla creazione d’impresa, per rendere più semplici le procedure.

“L’avviso poggia su uno stanziamento di un milione e ottocentomila euro, afferenti al Fondo provinciale per i disabili – ha detto Adele Pino, assessore alle Politiche attive del Lavoro – istituito dalla legge regionale 18/2005 proprio al fine di ampliare le possibilità di impiego delle persone con disabilità”. L’emanazione dell’avviso pubblico è solo una delle tante azioni compiute dall’amministrazione provinciale finalizzate all’inserimento lavorativo dei disabili. Si tratta di interventi  avviati per garantire la continuità del servizio e l’erogazione dei finanziamenti, nel passaggio delle competenze dalla Provincia alla Regione.

“Il nostro obiettivo – ha detto Adele Pino,– è mantenere i servizi al cittadino anche nella delicata fase legata al passaggio di competenze. In ragione di ciò abbiamo provveduto a prorogare le convenzioni in essere con l’Azienda sanitaria, il Comune e la Camera di Commercio e ad avviare un Protocollo con le Cooperative sociali”. In particolare la Provincia di Trieste ha prorogato fino a dicembre 2015 la convenzione siglata nel 2013 con l'Azienda per i Servizi Sanitari n. 1 Triestina per la gestione degli strumenti di tirocinio e per la mediazione, il supporto e il monitoraggio negli interventi di collocamento mirato, che conta su un  finanziamento di 200mila euro da giugno a dicembre 2015. Posticipata  a fine anno anche la convenzione stretta con il Comune di Trieste per le medesime attività e per la quale vi è un importo di oltre 194mila euro. Resta in vigore poi il protocollo stretto con la Camera di Commercio di Trieste per le attività di gestione di una pagina web dedicata al collocamento mirato.

“Risale a pochi giorni fa – spiega Adele Pino –la sigla di un protocollo con le Centrali delle cooperative sociali operanti sul territorio con il quale l’amministrazione provinciale si impegna, per i prossimi 18 mesi, a sostenere le spese di incentivazione relative all'attivazione, a favore di soggetti svantaggiati, di venti interventi di tirocinio per un periodo minimo di tre mesi e massimo di sei mesi grazie a un finanziamento complessivo di 48,5 mila euro.
Autore: Comunicazione, Relazioni Estern, URP