mercoledì 21 gennaio 2015

CCSVI-Campania Onlus:progetto Volontari e informazione nelle scuole.


Il Progetto Volontari e informazione nelle scuole,promosso dalla CCSVI-Campania Onlus, nasce dalla necessità di incentivare lo spirito associativo a sostegno dell’operatività quotidiana della stessa Associazione. Soprattutto quello di coinvolgere i giovani alle problematiche fisiche, psichiche e sociali che colpiscono pazienti e familiari, laddove la neuro degenerazione  esula  le persone dai propri diritti civili e costituzionali.

A nostro parere e da persone adulte ma soprattutto in causa, ci rendiamo conto che le carenze sociali provengono sostanzialmente dall’educazione che gli individui ricevono in tal senso, un’indifferenza ed un approccio alla sofferenza che non dipende tanto dalla sensibilità in sé ma dalla non conoscenza; l’abitudine a girarsi al fronte opposto  guadagnandosi l’immunità all’idea della malattia,  un’ignara complicità  autodistruttiva che genera un sistema mal funzionante, laddove è molto più comodo dare la colpa al politico di turno che alla predisposizione morale  delle persone stesse.

D’altra parte  viviamo ogni giorno condizioni difficili, soprattutto isolate a se stesse,  un problema che resta a chi lo vive perché la malattia, oltre ad essere del paziente, è anche della famiglia. Un ambiente in cui spesso c’è altrettanta indifferenza o comunque insofferenza deleteria a quello che dovrebbe essere l’equilibrio familiare. Molti pazienti tendono a nascondere la propria condizione ai familiari così come  può capitare che siano proprio questi ultimi  a pretenderne il segreto, come fosse una colpa o una vergogna da nascondere.

Tale atteggiamento danneggia il paziente quanto il familiare nel proprio nucleo quanto nel sociale, così come disorienta l’individuo sano di fronte ad una diagnosi inaspettata; un effetto a catena troppo spesso sottovalutato.

Pertanto e considerando l’importanza del nostro status, oltre alla scarsa disponibilità  vigente,  il presidente in carica ha proposto ai restanti Membri del Consiglio Direttivo di avviare questo nuovo progetto, rivolto a coloro che rappresentano le future generazioni: gli studenti.

Premesso ciò, si specifica che la CCSVI-Campania Onlus è un’Associazione indipendente no-profit, a sostegno della diagnosi e cura di tutte le patologie neurologiche e vascolari, in particolare la Sclerosi Multipla e l’Insufficienza Venosa Cronica Cerebro Spinale.

Non  disdegna inoltre di abbracciare qualsiasi tematica inerente le patologie menzionate o che possano in qualche modo agevolare i pazienti nel miglioramento della qualità della propria vita, nonché dei familiari.

Tra i vari obiettivi  l’uso terapeutico della cannabis e l’integrazione di cibi a base di canapa alimentare; ultimamente anche il riconoscimento della Malattia di Menière.

Lavoro che, svolgendosi nel sociale ed in no-profit, necessita essenzialmente di spirito di sacrificio oltre che di solidarietà disinteressata. Purtroppo tali condizioni possono vanificare l’impegno in merito se non gratificandolo nel rinnovo delle quote associative, contributo importante ma carente al necessario supporto nel quotidiano: Un’Associazione è una Società a tutti gli effetti, tranne che nella gestione patrimoniale perché sostenuta da prestazioni gratuite e retribuite unicamente nei rimborsi spese, se e qualora ce ne sia possibilità.



Tornando al progetto in questione, nonché  le nostre responsabilità in merito, certifichiamo che l’Associazione si impegna:

•    A consegnare allo studente e/o l’ufficio di competenza tutta la documentazione atta a testimoniare le ore di volontariato eseguite, entro e non oltre il 15 Maggio; così come espresso nella D.M. n.49 del 24 Febbraio 2000 e così come previsto dall’Art.12 del D. P. R. 23.7.1998, N.323 tenendo conto della rilevanza qualitativa delle esperienze e relativa formazione personale, civile e sociale del candidato.

•    A coinvolgere il/la giovane nell’operatività associativa, affinché possa raggiungere almeno 40 ore di volontariato, a scopo crediti formativi. La stessa operatività potrà comprendere lavoro d’ufficio, in quella che è la gestione contabile



ed operativa dell’Associazione; una vera e propria esperienza formativa  sia nell’approccio socio assistenziale che lavorativo.

•    A fornire gli studenti di buono pasto o merenda a sacco così come provvederà a rimborsare o ad assumersi eventuali spese di viaggio o soggiorno, qualora l’impegno lo richiedesse.

•    A non assumersi nessuna responsabilità qualora gli studenti dovessero decidere volontariamente di allontanarsi e/o trasgredire alle raccomandazioni della Segreteria Onlus, ledendo alla salute e/o l’incolumità personale o quelle dei compagni di volontariato; tantomeno si riterrà obbligata a coinvolgere ulteriormente i soggetti che dovessero  rinunciare all’impegno preso con l’Associazione abbandonando il progetto in corso o presentandosi con discontinuità ingiustificata, né pretenderà/elargirà alcun tipo di risarcimento.

•    A specificare che il proprio status prevede di seguire la diagnosi, cura e prevenzione di tutte le malattie neurologiche e vascolari, in particolare  Sclerosi Multipla e  CCSVI(Insufficienza Venosa Cronica Cerebro Spinale), tramite attività di tipo/scopo sociale, no-profit e a vantaggio dei pazienti e dei loro familiari.

•    A dimostrare la propria attendibilità e relativa operatività, tramite il Diario della , costantemente aggiornato nel sito www.ccsvicampaniaonlus.it , nonché di restare a disposizione per qualsivoglia chiarimento in merito alla presente.




Ringraziando per l’attenzione data,

porgo i miei più cordiali saluti,

Celeste Covino

Presidente




Link principale:http://www.ccsvicampaniaonlus.it/ccsvi-campania/scheda-articolo.asp?id=58