domenica 12 aprile 2015

ASL "250 posti di lavoro per i disabili” .


Visto la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità che sancisce la piena partecipazione    e l'inclusione nella società delle persone con disabilità;

 Visto la legge 104/92 che sancisce i principi di uguaglianza e non discriminazione;

 Visto la legge 68/99 che disciplina la piena inclusione nel mondo del lavoro delle persone con disabilità.



Careggi e Asl 10, i sindacati: “Mancano all’appello 250 posti di lavoro per i disabili”


L’Ufficio H della Uil Pensionati di Toscana e Firenze con il Convegno del 13 Aprile 2015 “L’integrazione sociale e i diritti dei disabili” si propone di evidenziare gli ostacoli che ancora oggi impediscono la piena integrazione delle persone disabili. La nostra Costituzione garantisce pari dignità sociale a tutti i cittadini dettando principi di uguaglianza e non discriminazione ripresi dalla legge 104 del 1992. La Convenzione sui diritti delle persone con disabilità dell’anno 2006, ratificata con legge n.18 del 2009 dal Parlamento Italiano e dall’Unione Europea nel 2010 sanciscono la piena partecipazione e l’inclusione nella società delle persone con disabilità. L’integrazione sociale dei disabili, la piena inclusione dei “diversamente Abili” viene garantita principalmente con il lavoro, attuando quanto prevede la legge 68/99 con il collocamento mirato, volto a conciliare le esigenze dei lavoratori con disabilità con quelle dei datori di lavoro pubblici e privati. A distanza ormai di ben 15 anni dal varo della legge n. 68 del 12 marzo 1999 “ Norme per il diritto al lavoro dei disabili”, dobbiamo constatare “l’inosservanza” della legge da parte di alcuni enti pubblici. Ad esempio l’ Azienda Ospedaliera Careggi e l’ASL 10 di Firenze risultano ancora scoperte di circa duecentocinquanta (250) e più posti per categorie protette. “Stiamo aspettando delle risposte da troppo tempo. Se non le avremo siamo pronti a manifestare sotto l’ospedale di Careggi per far valere i diritti dei disabili – spiega Michele Cirrincione, responsabile dell’Ufficio H Uilp – Quei posti di lavoro che mancano spettano per legge ai disabili, le aziende sanitarie non possono far finta di nulla”. Non va meglio nelle Aziende pubblico/private dove le convenzioni “languono”: le POSTE, dopo anni di rinvii di assunzioni con l’istituto della “compensazione” nelle province, si apprestano, con molta lentezza, a firmare convenzioni per i posti scoperti riservati alle categorie protette. E i disabili disoccupati aspettano anni, anche 15, prima di potere inserirsi a pieno titolo nella Società, con un lavoro che darebbe loro quella dignità di cui ha diritto ogni essere umano. Molti quindi ancora oggi sono gli ostacoli e le barriere, anche culturali, che le persone disabili incontrano sul loro cammino, barriere che impediscono di beneficiare di beni e servizi per una migliore qualità di vita. 


 Fonte :
UIL Toscana





Careggi e Asl 10, i sindacati: “Mancano all’appello 250 posti di lavoro per i disabili”

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2015/04/10/careggi-e-asl-10-i-sindacati-mancano-allappello-250-posti-di-lavoro-per-i-disabili/
Copyright © gonews.it
Careggi e Asl 10, i sindacati: “Mancano all’appello 250 posti di lavoro per i disabili”

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2015/04/10/careggi-e-asl-10-i-sindacati-mancano-allappello-250-posti-di-lavoro-per-i-disabili/
Copyright © gonews.it